parovel

com_content
Parovel Blog

Poje Malvasia Barde Parovel TriesteDomenica 13 e lunedì 14 marzo all'Hotel Slovenia di Portorose in Slovenia si terrà la terza edizione del Festival della Malvasia con premi, workshop e laboratori. Come spiega la giornalista Liliana Savioli su Italia a Tavola “Alcune fonti riportano che già dal 1300 esista la coltivazione della Malvasia in Istria. Ecco allora che l’Associazione dei viticoltori dell’Istria slovena, dal 1998, organizza uno dei più grandi eventi internazionali per diffondere la cultura del vino e il rafforzamento della viticoltura e della vinificazione in questa parte della Slovenia e del Mediterraneo.”

Tra i molti viticoltori presenti ci sarà anche Parovel con la sua Malvasia istriana, vitigno autoctono dell’area vinicola Carso-Kras.
Di antiche origini elleniche, la Malvasia si è guadagnata un posto di particolare rilievo. È una vite abbastanza adattabile, ma fortemente grata al sole, che produce un vino fruttato e leggermente aromatico, dal colore giallo paglierino, naso aperto e complesso sulla frutta esotica matura e fiori freschi. La Malvasia istriana Parovel lascia una bocca piena e fresca centrata sul frutto e la crema spessa con un tocco finale agrumato, armonico e tipico e un finale pulito e lungo. Viene consigliata con affettati, pesce, minestre o carni bianche.
La Malvasia istriana Parovel porta il nome PÔJE che deriva dall'affermazione "ona pôje" che in sloveno significa "lei canta”, perché la nostra malvasia è un vino piacevolmente carico e molto espressivo, ricco di melodiosa aromaticità.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. > Leggi di più